Lapis – Genesi di un logo per il giornalino scolastico

 

IL LOGO

Il logo è un segno grafico attraverso cui si segnala la presenza di una attività.

La forma più diffusa di Logo è la propria firma. Ogni uomo sulla terra è in grado di tracciare un segno che lo rende riconoscibile rispetto a tutti gli altri.

Quando un logo è in grado di suscitare un’emozione allora si trasforma in Brand.

IL BRAND

Un Logo è un Brand per una categoria ristretta di persone che può essere più o meno estesa.

Ad esempio la firma della propria amata è un brand per noi stessi ma non per l’impiegato dell’ufficio postale. In logo di un gruppo musicale può essere un brand per i fan(s) ma non per altri.

Alcuni Brand hanno una capacità di penetrazione molto elevata, ad esempio Walt Disney, Ford, Apple, Adidas, Barilla. Questi sono esempi di Brand universali della cultura italiana, possiamo dire che siano conosciuti da tutti.

GENESI DI UN LOGO PER IL GIORNALINO SCOLASTICO

UNO

Per prima cosa nel creare un logo è necessario sapere a che scopo lo si realizza.

Noi realizzeremo il logo del giornalino scolastico “Lapis.

DUE

Poi occorre farsi un’idea di cosa esiste già, l’analisi dell’esistente ci risolve due problemi:

  1. Trovare ispirazione da quanto già esistente;
  2. Evitare di sovrapporsi ad un altro Logo esistente e quindi non essere unici.

Faremo una ricerca in due direzioni:

  1. Cercheremo i Loghi già realizzati per altri giornalini scolastici;

  2. Cercheremo i Loghi già realizzati per attività che si chiamano Lapis

TRE

A questo punto scegleremo un tema, in altre parole sceglieremo cosa portare alla luce con il nostro logo. Nell’intenzione di creare un Brand ci focalizzeremo con il sentimento che vorremo trasmettere.

Qui la scelta è molto personale ed è aiutata dalle precedenti analisi, potremmo di mettere in risaltro il fatto che si stia parlando di un giornalino, oppure della scuola in cui è redatto, oppure del luogo e delle persone di cui si parla e quindi, nel nostro caso, di Viguzzolo e degli abitanti delle Due Valli (Grue Curone) dando un senso geografico. Oppure potremmo semplicemente concentrarci sul carattere più adatto per la scritta.

QUATTRO

Una volta realizzato il logo dovremo renderlo disponibile in due formati; rettangolare/ovale oppure quadrato/circolare in maniera da coprire le due possibili necessità di utilizzo.